Donne di wedding

  • Facebook
  • Twitter
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS

Oggi inizia un nuovo appuntamento all’interno di Wedding from the block, si tratta di una serie di interviste ad alcune donne che lavorano nel campo del wedding con successo e che grazie alla loro intelligenza, alle loro capacità ed intuizioni regalano agli sposi emozioni e ricordi meravigliosi.

La prima intervista la ripubblico con gioia per aprire questa carrellata, la protagonista si chiama Elisa ed ha una grande passione!

I nostri animali, sono a pieno titolo una parte importante della nostra famiglia e della nostra vita. Ecco perché devono essere protagonisti anche durante il nostro Wedding Day. Sempre di più gli sposi, e soprattutto le spose, considerano come una condizione imprescindibile la presenza dei loro animali, rendendoli addirittura parte integrante della cerimonia.
Ma a chi affidarli? Da qualche anno sono nate delle figure specializzate e professionali, pronte a deliziare i vostri animali e a fargli compagnia, mentre voi state vivendo il vostro sogno.
Abbiamo parlato con Elisa Guidarelli, titolare di Wedding Dog Sitter ®, con la quale abbiamo avuto modo di collaborato già diverse volte.

D: Cosa fa esattamente una wedding dogsitter?

R: Alcuni giorni prima del matrimonio incontro la coppia e il cane per fare amicizia, andando casa della sposa o dello sposo. Il giorno del si, da qualche ora prima della cerimonia, mi occupo dell’animale per tranquillizzarlo, di solito in casa c’è una grande agitazione e quindi cerco di evitargli lo stress. Il cane resta con me fuori dall’edificio in cui si celebra il matrimonio, dopodiché segue gli sposi nel rituale delle foto. Durante il ricevimento mi dedico a lui, al suo benessere e tranquillità, facendolo giocare e dedicandogli tutta l’attenzione che serve.

 

 

Come far partecipare i cani al matrimonio

I protagonisti sono anche loro

D: Quanti sposi sognano di vedere le loro fedi arrivare all’altare portate dal proprio cane?

R: Moltissimi, molte sono infatti le richieste che mi vengono fatte, ma purtroppo sono poche le chiese in cui i cani possono entrare.

Vi racconto come è andata, Jack ha passato tutta la cerimonia, sdraiato sonnecchiando addosso a me, giunti al fatidico momento, è diventato il protagonista assoluto.
Insieme ci siamo avvicinati a metà della navata della chiesa, lui aveva il suo bellissimo papillon  con attaccato il cuscino porta fedi, una volta sganciato il guinzaglio, Jack ha trotterellato allegramente fino ai suoi amori umani, Marco ha sganciato il cuscino, gli ha dato un bacio sulla testolina e me l’ha riconsegnato, ha guardato emozionato la sua sposa e si sono scambiati la promessa di amore eterno con un testimone di nozze, veramente speciale!
Un’emozione unica, un momento di incredibile dolcezza all’interno di una cerimonia appassionata!!!!

D: Che consigli dai ad una coppia che vuole invitare anche i cani dei propri amici al matrimonio?

R: E’ una cosa che sconsiglio a dire il vero, in quanto quel giorno, per il cane degli sposi è molto movimentato e particolarmente stressante, unire al cane degli sposi anche quelli degli invitati rischia di aumentare lo stress. L’invitato più importante deve essere proprio il cane degli sposi e tutte le attenzioni devono essere rivolte a lui.

 

Gli sposi e il loro cane al matrimonio

Lui e lei!

D: Ci sveli gli ultimi trend sulla moda wedding dedicata ai cani?

R: Posso contare sulla mia personal stylist che progetta e realizza su misura accessori per cani. Tuttavia consiglio sempre agli sposi di non  infiocchettare troppo il loro amico: elegante e profumato va bene, ma non ridicolo! Gli animali non sono bamboline. Quindi un bel papillon, o un bel collare con fiori d’organza abbinato al bouquet della sposa, creano un mix chic, fine ed estremamente comodo per i pelosi.